A Natale ridi!

A Natale ridi!

dic 3, 2012

A Natale ridi!

Sì, ridi perché lo meriti.

Anche prima di Natale, naturalmente. E, se ci predi gusto, anche dopo.

Ridere a Natale non è lusso che i tempi non consentirebbero. Perché  – un po’ di buon senso! – in tempo di crisi chi ha voglia di ridere?

E qui, come nel resto della vita, è questione di scelte. E perché non scegliere di ridere a Natale? Vogliamo concedere questo privilegio a qualcuno e noi restare cupi, malinconici e arrabbiati? A torcerci nel nervosismo lamentoso per ciò che non va nella nostra vita, in Italia e nel mondo?

Fai la tua scelta. Se la mente non si sente di ridere perché non è logico quando le cose vanno male, creiamo allora insieme una nuova logica e sfidiamo allegramente le buone maniere. Accarezziamo con garbo la loro inconsapevole miopia. Andiamo allora: portiamo il nostro corpo a ridere e resteremo sorpresi dal vedere con quanta docilità la mente lo seguirà.

Se non sai come fare, chiamami e ti spiegherò il metodo. Anzi, per evitare di dover prendere appunti al telefono, c’è una soluzione semplicissima: con pochi euro ti arriva a casa sul tuo computer tutto ciò che ti serve per sapere Come Cambiare in meglio la Tua Vita e quella di chi Ti circonda con l’Abitudine alla Risata.

Quanto è facile ritrovare la propria giocosità infantile. Se non hai un Club della Risata dove andare ogni settimana, puoi imparare a ridere da solo. Ti divertirai.

Puoi anche scegliere di aspettare a ridere. Aspettare che la crisi passi. Aspettare di avere più soldi e tornare ad avere un lavoro oppure uno migliore. Aspettare che ti passi il mal di schiena, la stipsi, l’emicrania, la gastrite, l’insonnia. O anche di essere qualche chilo in meno.

Puoi aspettare che si sistemi il tuo rapporto di coppia o che migliori la relazioni con i tuoi figli, con tuoi genitori, con gli amici, con i vicini di casa. Insomma, puoi aspettare di essere felice prima di ridere. È una scelta anche questa, naturalmente, rispettabile come ogni altra.

Pur augurandoti ogni bene con tutto il cuore, considera che per il prossimo Natale potresti non trovarti in tutte queste condizioni desiderabili. Cosa farai allora? Resterai triste tutto il giorno? E per tutto il periodo delle feste?

Vedi tu. Qualunque cosa sceglierai di fare, ti vorrò bene ugualmente. C’è una bella frase di Bruce Burton che può essere di aiuto: “Nulla di splendido fu mai realizzato se non da coloro i quali osarono credere che qualcosa, dentro di loro, era superiore alle circostanze”.

Se tu sei tra quegli uomini e donne che ancora osano, allora osa ridere.

Sono sicuro che ti piacerà.

Un ridente Natale. Dal cuore.

Leave a Reply