Riposatevi…

Riposatevi…

lug 31, 2012

Ci facevano fare i compiti per le vacanze! Follia. O cattiveria. Ma essendo aperti e sereni pensiamo si trattasse semplicemente di poca  consapevolezza di come l’unica cosa che conti nella vita sia essere felici.

Il compito è un’attività… lavorativa e la vacanza è fatta per riposare. E rilassarsi.

“Riposatevi. – scriveva Ovidio – Una terra ben riposata dà un superbo raccolto”.

Non so come tu concepisca il riposo: per me è sentirsi quieti e rilassati, in pace con se stessi e con il mondo. Una dimensione di piacere da ricercare con pazienza. Fiduciosi che quando la si trova una sensazione di armonia invade l’anima.

–    Concediti per il tuo riposo il piacere di un bel film. Ti consiglio “Nosso Lar (Dimora Nostra)”. Ti aiuterà a riflettere sul tuo modo di vivere attuale alla luce di una prospettiva diversa e più ampia di vedere l’esistenza umana. Presente e futura.

–    Un libro poi, sarà il compagno più adatto a fare del tuo riposo un tempo di semina silenziosa. Una mente lontana dalle preoccupazioni quotidiane sarà un terreno sensibile e recettivo a idee nuove e stimolanti per la tua vita. Leggiti “Pensa e arricchisci te stesso” di Napoleon Hill. Avrai tempo più tardi di riprendere e approfondire alcuni passaggi importanti: ora fai una lettura serena e piana per familiarizzare con i concetti fondamentali comunicati in queste pagine.

–     Ti direi anche di non dimenticare la musica. Scegliti una canzone che ti accompagni nel piacere de tuo riposo. Sai, avere una melodia che ti ritorna in mente  per un certo tempo aiuta a imprimersi nel cuore alcune frasi o parole che fanno bene. Fai la tua scelta, ma non scartare quella canzone che proclama “Mi fido di te”.

Ti ricorderai che la vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare e ti richiamerà alla prospettiva della fiducia e alla voglia di vivere d’un fiato. Ti verrà posta una domanda: “Cosa sei disposto a perdere?”.

Nella tua risposta troverai una bella sensazione di riposo.

Di pace con te e con il mondo tutto.

Emozione impagabile.

 

PS: E perché non aggiungere poi uno splendido, ridente e indimenticabile  fine settimana?

Dai un’occhiata qui

Leave a Reply